Campi Flegrei

Campi Flegrei - Mediterraneo ServiceI Campi Flegrei (dal greco Phlegraios=ardente) sono situati a nord-ovest di Napoli, nell’area compresa tra Capo Posillipo e Capo Miseno
Sono in massima parte costituiti da suoli tufacei, prodotti dall’attività vulcanica, che da sempre costituisce la caratteristica dominante della zona, e che ha generato sul territorio un’abbondanza di acque calde.
Il Parco archeologico di Baia è un esempio di grande fascino di un complesso termale risalente tra il I e II sec. d.C., a testimonianza di una tradizione conosciuta già molti secoli fa. Ottimo scenario sono stati Campi Flegrei, per dar vita a miti che hanno sfidato i secoli. Leggendaria è stata la Sibilla Cumana, il cui culto oracolare era attestato a Cuma, fondata dai greci nell’VIII secolo a.C..
Anche Pozzuoli venne fondata nel 530 a.C. dai Greci con il nome di Dicearchia (città del giusto governo), che si stabilirono sull’antica rocca del Rione Terra di Pozzuoli, diventato oggi percorso archeologico di grandissimo interesse.
Monumenti imponenti a Pozzuoli sono: il Macellum, noto come tempio di Serapide, mentre è in realtà un grande mercato pubblico romano; l’Anfiteatro Flavio, il 3° in Italia dopo il Colosseo e quello di Santa M. C. Vetere.
A Baia, ubicato all’interno del castello aragonese, si trova il museo archeologico dei Campi Flegrei.
Nella Piscina Mirabile a Bacoli, enorme cisterna interamente scavata nel tufo, terminava l’acquedotto del Serino.
Di enorme importanza è l’aspetto ambientale dei Campi Flegrei: a Pozzuoli, è possibile visitare il vulcano Solfatara, in cui si osservano fumarole con emissione di vapore acqueo, getti di fango, mofete. Ad Arco Felice si trova l’Oasi naturalistica di Monte Nuovo,vulcano spento nato 1538 e considerato il più giovane d’Europa.
La terra flegrea è forte e generosa: frutta, spezie, ortaggi, ed un mare ricco di pesce di ogni tipo rappresentano un museo gastronomico all’aperto.
Di grande importanza è l’aspetto marinaro della gastronomia flegrea: cozze, vongole, fasolare, pesce azzurro, polipi, orate e spigole ogni giorno esaltano i banchi del mercato ittico di Pozzuoli.
Una identità forte e diffusa è la crescita qualitativa e produttiva del vino “Campi Flegrei D.O.C.”, dove trionfano due vitigni: la falanghina tra i bianchi e il Piedirosso o “Per’ ‘e Palummo” tra i rossi.
Chi ama il mare potrà dedicarsi ad immersioni ricche di fascino tra i resti archeologici o gli stupendi fondali di Procida ed Ischia, oppure godersi una giornata di mare e sole presso gli attrezzati e moderni stabilimenti balneari dell’area.